P.IVA 03966780011
Welcome in CiDiMu Chi Siamo
   
 
 
   
  CIDIMU.IT
  I Nostri Specialisti
  La redazione medica
  Le nostre Brochures
  Gruppi di studio
  Ginecologia
  CCSVI
   
  SALUTE e DIAGNOSTICA
  Specialità
  Glossario Medico
  Domande & Risposte
   
  DOSSIER
  AIDS
  Noi e gli Animali
  Previdenza
  Parliamo di...
   
  CURIOSITÀ
  Medicina & Storia
  Parla l'Esperto
  Senza Camice
  TEST & Salute
 
SALUTE e DIAGNOSTICA - ESAMI SPECIALISTICI
La correzione chirurgica del varicocele
Quando un sovraccarico venoso ostacola il deflusso.

Dott. G. Bodo

II varicocele è una condizione patologica legata ad un anomalo drenaggio venoso.
Le vene spermatiche interne sono sottodiaframmatiche e, come tali, sono vene propulsive.
Le vene spermatiche interne si dividono in due branche a livello della quarta vertebra lombare, una branca mediale ed una branca laterale. È importante sapere che la branca laterale decorre vicino al confine laterale del rene, si anastomizza con la circolazione portale nel 75% dei casi e con le vene capsulari renali.
È di fondamentale importanza, per l'operatore, la conoscenza di questi circoli venosi. La branca mediale è di solito più larga della controlaterale e si anastomizza spesso con le vene ureterali. Chi opera la sclerotizzazione cerca sempre di evitare il punto di sovrapposizione tra le vene spermatiche e l'uretere.
Ecodoppler del varicocele

Un dato importante consiste nel decidere se le vene vanno legate tutte o meno.
II problema sorge quando si pensa non soltanto alle vene spermatiche interne ma anche a quelle esterne, le cremasteriche. Le vene cremasteriche, secondo molti autori, sono dilatate nel 49-74% dei casi.
Questo dato è utile per ricordare che quando è presente un sovraccarico venoso c'è un ostacolo al deflusso. Tra l'altro la vena cremasterica è importante perché drena il sangue venoso dall'epididimo, il quale è fondamentale per la maturazione degli spermatozoi, ed è lì che probabilmente si crea il danno.
 

Pagina1 di 2
Successiva


.......................................................
Questa notizia può essere condivisa via e-mail inserendo l'indirizzo del destinatario e del mittente qui sotto:
Email Mittente